ZHOU ZHIWEI

The Silence, Il Silenzio
The Silence, Il Silenzio

Una donna nuda sdraiata immersa nel buio su un lenzuolo bianco in un’atmosfera di silenzio della musica. Un’esplorazione delle passioni, delle ombre, velature che danno vita ed espressione e la luce che ne accarezza le espressioni.

Formazione

Nato a Shangai nel 1954, Zhou Zhiwei si dedica alla pittura dall’età di 9 anni. Allievo di due famosi pittori cinesi, Yu Yun-jie e Liu Kemin, ha completato gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Shangai.
Attratto dai tesori d’arte italiani lascia il suo paese d’origine per recarsi in Italia dedicandosi non soltanto a soddisfare la propria curiosità culturale, ma a verificare sistematicamente tutti quei luoghi e opere che giacevano nel suo repertorio di conoscenze.

Nata Lux
Nata Lux - Oil on Canvas - 100x70 cm, 2006.

Giordania, nel sud della penisola del Sinai, la Valle di Mosè, dove il profeta ricevette le tavole coi dieci comandamenti

Italia

In Italia ha perfezionato la sua tecnica pittorica a Roma principalmente presso lo studio di Riccardo Tommasi Ferroni, uno dei maestri del citazionismo contemporaneo.
Di conseguenza il suo realismo esce dai fondamenti della cultura a cui appartiene. Viaggiatore instancabile ha esplorato Asia, Africa e Europa introiettando visioni di spazi sterminati, di costumi, caratteri, e raccogliendo spunti e sollecitazioni pratiche e di espansione di sensibilità.
Dal 1980 risiede in Italia dove ha frequentato i grandi maestri contemporanei quali Pietro Annigoni, Giacomo Manzù e Gregorio Sciltian.
Continua a fare ricerca e studio delle opere dei grandi maestri nei maggiori musei europei. La sua vita è dunque un lungo peregrinare tra Oriente e Occidente.

Italia

In Italia ha perfezionato la sua tecnica pittorica a Roma principalmente presso lo studio di Riccardo Tommasi Ferroni, uno dei maestri del citazionismo contemporaneo.
Di conseguenza il suo realismo esce dai fondamenti della cultura a cui appartiene. Viaggiatore instancabile ha esplorato Asia, Africa e Europa introiettando visioni di spazi sterminati, di costumi, caratteri, e raccogliendo spunti e sollecitazioni pratiche e di espansione di sensibilità.
Dal 1980 risiede in Italia dove ha frequentato i grandi maestri contemporanei quali Pietro Annigoni, Giacomo Manzù e Gregorio Sciltian.
Continua a fare ricerca e studio delle opere dei grandi maestri nei maggiori musei europei. La sua vita è dunque un lungo peregrinare tra Oriente e Occidente.

Nata Lux
Nata Lux - Oil on Canvas - 100x70 cm, 2006.

Giordania, nel sud della penisola del Sinai, la Valle di Mosè, dove il profeta ricevette le tavole coi dieci comandamenti

The Night
The Night 2008 - oil on canvas - 120x100cm

Nelle figure ritrova la realtà in combinazioni simboliche capaci di innescare un pensiero, degli interrogativi, la meraviglia, un gioco recitativo. Costante è il legame con la musica sia nella rappresentazione degli strumenti musicali sia nella particolare sonorità della luce.

OGGI

Lui si considera “ospite” di entrambi. Ama fondere i due mondi, il suo pensiero affonda le radici nel taoismo filosofico. Il Tao, che significa “via” è l’unità suprema in cui conciliano le opposizioni della vita; quello benefico,Yang e quello dissolvitore, Yin. Zhou Zhiwei ha tenuto numerose mostre personali in Europa e in Cina: a Milano, Roma, Vienna, Trieste, Firenze,Venezia, Padova, Shanghai, Pechino, Mongolia Interna, etc.
Oggi Zhou Zhiwei vive a Padova e alterna la sua attività in Europa e in Cina.