STEFANO PULEO

1950 – 1970

Stefano Puleo è nato il 29 maggio 1950 ad Acitrezza, un borgo marinaro della provincia di Catania, nel 1960 si avvicina alla pittura per la prima volta, quando vede opere di grandi maestri come Guttuso, Migneco, Barbaro, Mirabella e molti altri che hanno partecipato al Premio Acitrezza. Due anni dopo la famiglia si trasferisce a Catania e si iscrive al Liceo artistico della stessa città. Nel 1965 Stefano Puleo si trasferì in una stanza in Via Crociferi in convivenza con altri tre suoi amici, un pittore, un architetto e un grafico. Comincia a creare le sue prime opere grafiche e sculture. Il suo debutto artistico risale a un anno dopo esponendo in mostre collettive e partecipando a numerosi premi. La sua prima mostra personale è alla galleria G7 di Catania nel 1970. Lo stesso anno visita diverse città europee, come Berlino e Dresda, fermandosi per un periodo a Oslo dove conosce le opere di E. Munch, ma è il l’intero periodo storico di espressionismo che attirerà il suo interesse. Presto si trasferisce in un nuovo studio.

Big tree 2019 - oil on canvas - 160x130cm
Big tree 2019 - oil on canvas - 160x130cm

1970-1980

Nel 1972 espone cento disegni all’Accademia Zelantea di Acireale. Incontrò il gallerista – commerciante Mauro Lombardo, l’anno dopo, con il quale iniziò una collaborazione che nel 1974 lo portò a creare una mostra con 40 disegni presso la galleria La Vite e nei due anni successivi, oltre 30 incisioni, parte delle quali sono esposti alla galleria sotterranea di Giarre. È stato nominato assistente della cattedra di Discipline pittoriche al Liceo artistico di Catania. Inizia a viaggiare in Italia, portando le tele arrotolate sotto il braccio, visitando le gallerie più importanti. Incontra il gallerista gallerista Bruno Ghelfi a Verona con il quale instaura un rapporto di lavoro e amicizia.

Nel 1976 espone dipinti, disegni e sculture alla galleria La Vite di Catania e alla galleria Volto S. Luca di Verona, dove incontra Dario Nava, industriale-mecenate, che acquisterà un centinaio di disegni in mostra e con i quali stabilire una stretta amicizia e diventare suo commerciante. Nel 1980 viene chiamato da Giuseppe Fava per collaborare alla redazione del Giornale del Sud, creando disegni di satira politica e satiro grottesco per il giornale. Lo stesso anno personale alla galleria La Vite di Catania e alla galleria Ghelfi di Verona. Ha conseguito la cattedra di Discipline pittoriche al Liceo artistico di Catania.

La Ragazza in Blu, The Girl in Blue
La Ragazza in Blu, The Girl in Blue - Oil on linen - 80x50 cm, 2018.

1980-1990

Espone nel 1981 alla Galleria Gregoriana di Roma e alla Galleria Lo Scudo di Verona, dove viene presentata la cartella “Il Circo” con una presentazione di J. P. Jouvet delle edizioni di Gibralfaro. La cartella di incisioni “Omaggio a Rudy de Cadaval” con una scritta di Domenico Cara è pubblicata dalle edizioni La Vite di Catania. Partecipa all’Ibla Mediterraneo Award e viene assegnato al New Generation Award. L’anno dopo espone da solo alla galleria S. Luca di Verona e Ghelfi Montecatini, dove viene presentata la monografia dei dipinti “Stefano Puleo” delle edizioni Ghelfi di Verona. Mostra personale di dipinti, disegni e incisioni nel 1983 presso la galleria S. Luca di Verona. L’anno dopo espone all’Expo Arte di Bari e infine, nel 1985, una mostra personale alla galleria La Vite di Catania.

Nel 1986 Stefano Puleo espone alla galleria Ghelfi di Verona dove viene presentata la monografia “Stefano Puleo Acquarelli”, pubblicata dall’Ediarte di Milano e curata da Dario Colnago Nava. Uno spettacolo in corso, muore il suo commerciante e amico Dario Nava. Nel 1987 ha presentato una mostra personale al Bidart di Bergamo.

Le Tre Bagnanti, Three Bathers
Le Tre Bagnanti, Three bathers - Oil on canvas - 160x130 cm, 2019.

1990-2000

Nel 1991 viene pubblicata la monografia “Stefano Puleo” delle edizioni La Vite di Catania con un testo di Dario Micacchi. Lo stesso anno Stefano Puleo era presente alla IV Bidart di Bergamo. Conosce il gallerista Giuliano Faustini con il quale instaurerà una grande amicizia. L’anno dopo realizza una personale alla galleria Faustini di Firenze, alla galleria Meridiana di Verona, alla galleria 10 di Maratea, alla galleria Marconi di Forte dei Marmi, alla galleria Meceden di Milazzo. Il Comune di Laives (BZ) promuove una mostra personale curata dalla galleria Faustini di Firenze.Nel 1993 Stefano Puleo era presente alla Bologna Art Fair e al Bari Art Expo. Ha incontrato i mercanti – galleristi Gianni Guarnieri e Antonio La Gioia. Con Antonio La Gioia nasce un’intensa collaborazione e un grande rapporto di amicizia. L’anno dopo, tiene una personale a Palazzo Fizzarotti a Bari, alla Galleria d’Arte Mediarte a Roma, alla Galleria Il Pozzo a Bellinzona. Nel 1996 Stefano Puleo espone alla Galleria Marconi di Forte dei Marmi, Galleria Faustini di Firenze, Galleria La Vite di Catania.

Nel 1998 mostra personale alla galleria Ars Italica di Milano, presso l’ex Chiesa del Carmine a Taormina, nella chiesa di Santacroce a Brisighella. Collettiva itinerante “La Sicilia è un arcipelago” Roma, New York, Palermo e Messina. Un anno dopo le sue mostre personali furono organizzate al Convento dei Benedettini di Alghero, alla Galleria Ramundo di Vasto, alla Galleria Perlini di Reggio Calabria, all’Expo Arte di Bari. Invitato all’evento ‘Un modello per l’arte’ di Riccione, Stefano Puleo riceve il Premio Città di Riccione. Nel 2000 tiene una mostra personale all’Art Expo di New York, al Tesion Telekommunikation di Stoccarda, alla Galerie 4 di Friburgo.

The Village, 2019, oil on linen, 130 x 160 cm

Dal 2000 in poi

Nel 2002 gli è stato assegnato il Premio Pulchra Ecclesia, una mostra d’arte per lo spazio sacro a Montichiari (BS) e il Premio Internazionale Cartagine a Hammamet (Tunisi). Nel 2003 Stefano Puleo espone personalmente al Palazzo dei Normanni di Palermo e due anni dopo espone alla Galleria Sangiorgio di Milano. Nel 2006 ha partecipato alla fiera Luxury & Yachts di Verona, nonsolotarli a Roma, antiquariato Bari a Bari, antiquario di Cremona a Cremona. Un anno dopo tiene la sua mostra personale a Palazzo Robellini dal Comune di Acqui Terme – Acqui Terme è a Bruxelles sede del Parlamento europeo. Nel 2008 tiene una personale alla galleria d’arte Piemonte Artistico Culturale Torino – catalogo Mondadori. Un anno dopo realizza una mostra personale “La realtà sospesa” del prof. Carlo Franza, al Circolo della Stampa di Milano con il catalogo di Silvia Editrice. Lo stesso anno vince il “Premio Arte e Cultura” a Milano. Il “Catalogo di arte moderna” è concluso e pubblicato da Giorgio Mondadori con la classificazione AC: Elevato interesse critico.

Nel 2010 tiene una personale al “Castel dell’Ovo” di Napoli, con il catalogo delle edizioni di San Giorgio e il testo critico di Francesco Gallo. Nello stesso anno Stefano Puleo si unisce al Movimento degli Arcani fondato dal critico d’arte Paolo Levi. Nel 2011 riceve il “Premio Guglielmo II” e una delle sue opere viene acquisita dal museo Sciortino di Monreale. Lo stesso anno espone “Seduzione” – dipinti di collezionisti – a cura di Paolo Levi alla Eden Fine Art Gallery – New York. Un anno dopo il Museo Nazionale di LVIV (Ucraina) acquisisce una sua opera per essere esposta permanentemente nel nuovo padiglione sull’arte contemporanea italiana. Lo stesso anno espone “Roma – Gerusalemme – un percorso spirituale arcano” a cura di Paolo Levi al “Teatro dei Dioscuri” al Quirinale di Roma. Stefano Puleo tiene una mostra presso l’edificio delle Nazioni Unite, (Human Contrasts – i capolavori dell’arte italiana). Un’altra mostra si tiene alla National Gallery di White Plains-Artwestchester a New York.

Nel 2013 espone alla Biennale d’Arte di Venezia – Collateral Overplay e al “Palazzo Granafei – Narvegna” di Brindisi. Tiene anche una mostra al GRM Law di Londra. Nel 2014 tiene una mostra della società bancaria ticinese, “Realismo sociale nella terra dei tre mari”, con Guttuso e Migneco a Bellinzona (CH). Stefano Puleo fa un’altra mostra collettiva, “Novecentismi”, con Migneco, Rolfi e Sironi nel Museo Stadio di Domiziano a Roma nel 2016. Nel 2019 è stato presente all’Art Expo di New York.