HJ GALLERIA D’ARTE & ANTIQUARIATO

ARTISTI IN PRIMO PIANO

ZHOU ZHIWEI

Giochi della fantasia, dell’immaginazione, naturali insorgenze di chi vive una dimensione divisa tra oriente e occidente, tra l’ispirazione a una condizione atemporale, poeticamente filtrata, che smaterializza la realtà e la vita in una dimensione in cui la storia corre sempre più in fretta e fa sentire il peso delle cose, delle memorie.

Racconto, natura, luce, figura (come restituzione del corpo, come misura dei rapporti con lo spazio, con le cose, con gli altri corpi e con la storia), musica, colore sono gli elementi con cui Zhou Zhiwei costruisce il suo ponte tra le culture, nella sua necessità di transitare a piacere dall’una all’altra parte.

Immagine della foresta vergine in una remota valle nella parte centrale della Cina dove laghi e cascate attraggono una grande quantità di uccelli.

STEFANO PULEO

Pittore di lampante derivazione onirica. Solo in apparenza, al centro degli interessi  dell’artista siciliano c’è una costante raffigurazione dell’uomo, della donna, dei silenzi interpersonali, dove vive, in effetti, l’enigma di una condizione esistenziale.

Affronta anche la natura e il paesaggio attraverso una forza visionaria che lo allontana dalla realtà e lo avvicina alla fiaba. La bellezza dei segni armoniosi, dei toni e contro toni vibranti rendono ulteriormente arcano il suo messaggio poetico.

Stefano Puleo è maestro dei silenzi e dell’illusorio, senza rinunciare, con questo, ad esprimere un dolce omaggio alla sua gente e alla sua terra.

Modelle in Studio, Models in the Studio
Modelle in Studio, Models in the Studio - Oil on linen - 160x130 cm, 2020.
Modelle in Studio, Models in the Studio
Modelle in Studio, Models in the Studio - Oil on linen - 160x130 cm, 2020.

STEFANO PULEO

Pittore di lampante derivazione onirica. Solo in apparenza, al centro degli interessi  dell’artista siciliano c’è una costante raffigurazione dell’uomo, della donna, dei silenzi interpersonali, dove vive, in effetti, l’enigma di una condizione esistenziale.

Affronta anche la natura e il paesaggio attraverso una forza visionaria che lo allontana dalla realtà e lo avvicina alla fiaba. La bellezza dei segni armoniosi, dei toni e contro toni vibranti rendono ulteriormente arcano il suo messaggio poetico.

Stefano Puleo è maestro dei silenzi e dell’illusorio, senza rinunciare, con questo, ad esprimere un dolce omaggio alla sua gente e alla sua terra.

ADOLF VALLAZZA

Vallazza esprime in modo nuovo il sentimento della natura, la serenità dello spirito, il distacco contemplativo del solitario, che non si lascia ingannare dalle false apparenze. Le sue sculture attuali sono la conclusione poetica di una serie di negazioni, che lo hanno allontanato, attraverso una ricerca impegnata, da ogni traccia di manierismo figurativo di origine artigianale.

Adolf ha lentamente trovato se stesso nelle immagini di un mondo dimenticato o perduto, che viveva invece segretamente nel suo subconscio, per rinascere poi negli aspetti più misteriosi e più ricchi di fascino delle sculture, liberate dalle incrostazioni di un lungo tempo senza storia.

La sua verità è una conquista, dovuta a una esperienza spirituale, ispirata umilmente dall’amore per la scultura in legno e umilmente vissuta nella solitudine di un paese di montagna, come se il mondo di oggi fosse soltanto una folle invenzione fantascientifica.

Totem